Fruizione prestazioni 2023

Prestazioni riferibili all’anno 2023

Ferme restando le REGOLE GENERALI di seguito riportate e quelle delle Schede delle prestazioni, per l’annualità 2023 saranno erogate le seguenti prestazioni ordinarie:

  • Asilo Nido – Centro estivo/invernale;
  • Genitorialità;
  • Familiari non autosufficienti;
  • Trasporto pubblico;
  • Grave malattia.

Con riferimento all’annualità 2023 sarà possibile, per i lavoratori che possiedono i requisiti, richiedere le prestazioni per spese sostenute e documentate nel periodo 01 gennaio/31 dicembre dell’anno 2022, entro e non oltre il 28 febbraio 2024.

 

REGOLE GENERALI:

  • E.Bi.Di.M. stanzia annualmente un importo lordo da destinare all’erogazione delle prestazioni; potrà in qualsiasi momento sospendere, modificare, annullare o rifinanziare l’erogazione delle prestazioni stesse;
  • le prestazioni sono erogate ai soggetti aventi diritto fino ad esaurimento degli stanziamenti;
  • le richieste saranno prese in considerazione secondo l’ordine cronologico di presentazione;
  • per lo stesso figlio/familiare potrà essere richiesta ed erogata una sola prestazione per lo stesso anno;
  • il lavoratore che possiede i requisiti può richiedere una sola prestazione tra quelle offerte dall’Ente per singolo anno di riferimento.

 

Chi può richiedere le prestazioni

Lavoratori a tempo indeterminato – compresi apprendisti – e lavoratori a tempo determinato con un contratto non inferiore a 6 mesi continuativi, che svolgono la propria attività presso datori di lavoro in regola con il versamento delle quote contributive e che applicano integralmente il CCNL DMO. È necessario che tali lavoratori siano in possesso di specifici requisiti (cfr. le Schede delle singole prestazioni).

 

Richiesta credenziali di accesso

La richiesta delle credenziali di accesso da parte del lavoratore è il primo passo per registrarsi sul sito web dell’Ente e poter richiedere una prestazione. Di seguito i passaggi necessari:

  1. Il lavoratore verifica nelle Schede all’interno dei box delle prestazioni, presenti nella pagina iniziale del sito, il possesso dei requisiti soggettivi per poter fruire delle prestazioni offerte dall’Ente;
  2. Il lavoratore accede alla funzione “Registrati” e compila la scheda inserendo alcune informazioni anagrafiche (es. nome e cognome, email, data nascita, comune nascita, ecc.) e, se necessario, allegando l’ultima busta paga;
  3. Il lavoratore seleziona la password da utilizzare, mentre la username sarà l’indirizzo email indicato in fase di registrazione;

 

Richiesta delle prestazioni

In seguito all’ottenimento delle credenziali di accesso al sito web il lavoratore deve effettuare il “Log in” per presentare la richiesta di prestazione. Di seguito i passaggi necessari:

  1. Il lavoratore effettua il “log in” inserendo le proprie credenziali;
  2. Il lavoratore sceglie il servizio di interesse e compila la scheda di domanda della prestazione, allegando la documentazione richiesta (cfr. Schede delle prestazioni);
  3. E.Bi.Di.M. analizza le richieste di prestazione e la documentazione allegata e procede:
    • in caso di esito positivo con l’approvazione della richiesta, dandone comunicazione al lavoratore via email entro 60 giorni lavorativi dalla data di presentazione della domanda;
    • in caso di esito negativo dandone comunicazione motivata al lavoratore via mail entro lo stesso termine.
  4. E.Bi.Di.M., in caso di esito favorevole, procederà alla liquidazione dell’importo relativo alla prestazione direttamente sull’IBAN del lavoratore comunicato all’atto della richiesta.

 

Scadenze per la richiesta delle prestazioni

Il termine ultimo di presentazione della richiesta di prestazione è la fine di febbraio dell’anno successivo a quello cui fa riferimento la prestazione stessa (es. per una spesa sostenuta il 20 marzo 2023, potrà essere richiesta la prestazione relativa entro il 28 febbraio 2024), salvo esaurimento delle risorse disponibili.



La prestazione Asilo Nido (centro estivo/invernale) prevede il rimborso del 30% della differenza tra i costi d’iscrizione sostenuti e l’importo dell’eventuale contributo analogo percepito, fino ad un massimo di € 400 l’anno.

Per la prestazione relativa all’anno 2022 potranno essere presentate le spese sostenute nel periodo
dal 1/1/2022 al 31/12/2022
e il rimborso verrà calcolato con le modalità sopra descritte.

Consulta le FAQ per maggiori informazioni